Questo sito utilizza i cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Contact Center

Effettuare una vendita promozionale in un esercizio commerciale

Definizione

Le vendite promozionali sono quelle vendite effettuate dall'operatore commerciale al fine di promuovere la vendita di uno, più o tutti i prodotti della gamma merceologica, applicando sconti o ribassi sul prezzo normale di vendita.

Normativa di riferimento

  • Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n. 114 “Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell’art. 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59”;
  • Legge Regionale 2 febbraio 2010 n. 6 “Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere”.

Prerequisiti

In generale tale tipo di vendita è possibile in qualsiasi periodo (salvo l’eccezione di cui al punto seguente). Con esclusione dei generi alimentari, dei prodotti per l'igiene della persona (che non comprendono profumi e cosmetici) e per l'igiene della casa, le vendite promozionali non possono essere effettuate durante il periodo dei saldi nonché nei trenta giorni antecedenti, nonché in ogni caso dal 25 novembre al 31 dicembre.

Cosa occorre

Per effettuare una vendita promozionale non occorre presentare alcuna comunicazione al Comune

Istruzioni per la compilazione

Non occorre compilare alcun modello.

Note

Nelle vendite promozionali (come in tutte le vendite straordinarie) è fatto obbligo indicare il prezzo normale di vendita iniziale e lo sconto o il ribasso in percentuale; è data facoltà indicare il prezzo di vendita praticato a seguito dello sconto o ribasso. E' vietato indicare prezzi di natura diversa di quella espressamente prevista dalla norma. Tutte le comunicazioni pubblicitarie relative alle vendite straordinarie devono indicare la durata della vendita stessa. Nulla è da comunicare al registro imprese della C.C.I.A.A.